Incontro tra ACI e Associazione Ivan Merz
FIAC - GRUPPO PROMOZIONE AC
Diocesi di Banja Luka (Bosnia Herzegovina), 9-12 maggio 2007

Per il secondo anno consecutivo, in occasione dell’anniversario della Beatificazione di Ivan Merz a Banja Luka, alcuni rappresentanti dell’ACI, nelle persone di: Giuliana Prezzi (Presidente diocesana di Trento) con suo marito Mauro, Renato Gandolfi (Presidente diocesano di Mantova) e Antonio Citro (gruppo promozione AC - FIAC) hanno incontrato gli amici dell’Associazione Ivan Merz.
 La celebrazione eucaristica del 10 maggio svoltasi nella Cattedrale di Banja Luka è iniziata con la benedizione della statua di Ivan Merz posta nel giardino antistante la Cattedrale.

 Abbiamo incontrato S. E. Mons. Franjo  Komarica,  che ci ha ospitati nella sua casa. Sempre molto contento della nostra presenza e ci ha incoraggiati a collaborare con i laici dell’Ass. Ivan Merz.
 Abbiamo alloggiato presso il Centro pastorale diocesano “S. Giuseppe” situato nel villaggio di Listani (a tre ore di auto da Banja Luka) che è gestito da due laici tra le quali Maria Jurkovic, Presidente dell’Ass. Ivan Merz.
L’indomani abbiamo visitato il villaggio di Listani, immerso nel verde trovandoci come “reperti” dei carri armati abbandonati dopo la guerra e purtroppo molti segnali di pericolo per la presenza di mine anti-uomo.
Molto interessante è stata la visita al Museo francescano di Livno, che raccoglie stupendi dipinti del pittore locale Gabriel Jurkic.

Ci siamo recati a Glamoc per incontrare un gruppo dell’Ass. Ivan Merz; con loro abbiamo partecipato alla S. Messa, poi è seguito l’incontro alla presenza del parroco. In questa realtà ci sono dei giovani.
 Infine, abbiamo incontrato il gruppo adulti presente a Listani, anche per questo incontro era presente il parroco, d. Ivan, Assistente dell’Ass. Ivan Merz. Anche qui gli adulti hanno lamentato la scarsa partecipazione e ci dicevano che animano la liturgia e si incontrano anche per confrontarsi su questioni sociali, come l’educazione dei figli. 

La nostra testimonianza e presenza è stata ben accolta e ci sollecitano ad offrire loro testimonianze di vita laicale. Abbiamo presentato e offerto loro sia il nuovo testo sugli itinerari formativi “Sentieri di Speranza” sia la nostra stampa associativa che è stata ben accolta proprio come esempio di vita associativa.
 Pertanto, si è avuto un interesse reciproco nel confrontarsi sui cammini attuati e sui programmi futuri, sperando che si possa interagire sempre meglio per progettare iniziative in comune.
Si cominciano a intravedere possibilità concrete di collaborazione, in particolare organizzando iniziative diocesane o interdiocesane ACI a Listani in collaborazione con i gruppi giovani e  adulti della diocesi.
Inoltre la casa di Listani,  situata in mezzo al verde,  è a disposizione anche per iniziative diocesane ACI che intendano far conoscere la Bosnia Erzegovina e l’AC che sta muovendo in primi passi.