100 anni di laicato cattolico
CONVEGNO INTERNAZIONALE AC UCRAINA

Comunicato Stampa
Roma, 20 maggio 2011

 
Fino alla seconda guerra mondiale Leopoli, oggi città dell'Ucraina, apparteneva alla Polonia ed ospitava una vivace esperienza di Azione cattolica, venuta meno con l'avvento del regime comunista.

E' questa esperienza, ripresa nell'ultimo decennio con il sostegno dell'Ac polacca, che verrà celebrata con un convegno internazionale che si aprirà oggi nel pomeriggio a Leopoli-Brzuchowice.

Circa un centinaio i partecipanti provenienti, oltre che dall'Ucraina, da Lituania, Bielorussia, Moldavia, Slovacchia e Polonia.

"Il riferimento alla storia offrirà lo spunto - ha affermato don Jacek Uliasz, direttore dell'Istituto di teologia di Leopoli e organizzatore dell'evento - per intensificare l'impegno per la formazione dei laici e specialmente dei giovani, guardando al futuro, con coraggio e insieme, attraverso lo scambio di esperienze tra le Ac di paesi vicini". "Un momento molto particolare dell'incontro - ha proseguito Uliasz - sarà la testimonianza dei soci seniores dell'Ac di Leopoli che racconteranno ai giovani la loro esperienza di fede e di associazionismo prima della seconda guerra mondiale".

Al convegno interverranno, tra gli altri, mons. Mieczyslaw Mokrzycki, Metropolita di Leopoli, Maria Grazia Tibaldi, segretaria del Forum internazionale d'Azione cattolica e Halina Szydelko, presidente dell'Azione cattolica polacca.

"Il prossimo incontro - ha annunciato Halina Szydelko - avverrà nel nostro Paese. L'Ac polacca si impegna a fare da ponte tra est e ovest dell'Europa, creando un gruppo fisso per la collaborazione tra le associazioni dei vari paesi presenti in questi giorni a Leopoli".

Il convegno si chiuderà domenica 15 con la celebrazione eucaristica nella cattedrale di Leopoli presieduta dall'arcivescovo Mokrzycki.

ufficio stampa
chiara santomiero